Portavoce alla Camera dei Deputati

Migranti – Bechis (AL): L’Europa non può abbandonare la Serbia

«La Serbia lancia il suo grido d’aiuto sulla gestione dei flussi migratori. Il paese balcanico si trova schiacciato tra i muri costruiti al confine dell’Unione in Ungheria e le mancanze di Grecia e Turchia a cui Bruxelles ha subappaltato le responsabilità la rotta balcanica.

Il Primo Ministro serbo Vucic ha resistito alle sirene che gli chiedevano di alzare muri, ora però sembra arrendersi alle pressioni politiche e sociali interne.

Un’Europa che si dice contraria ai muri non può abbandonare a sé stessi paesi come la Serbia, che tra l’altro sta seguendo il percorso di integrazione nell’Unione». Dichiara Eleonora Bechis, deputata di Alternativa Libera

«E’ il momento che le istituzioni europee aprano gli occhi. Regalare miliardi di Euro alla Turchia girandosi dall’altra parte è una follia. Il dossier sulla rotta balcanica va riaperto prima che arrivi l’inverno e il nuovo picco della crisi umanitaria».

(foto: dirittiglobali.it)

Lascia un commento