Portavoce alla Camera dei Deputati

Infanzia – Bechis (AL): Renzi mantenga le promesse fatte sui servizi di assistenza

«L’Italia si distingue ancora una volta per essere il fanalino di coda in merito ai servizi per l’infanzia, come dimostrano i dati diffusi dalla Cisl sulla frequenza degli asili nido.» Dichiara Eleonora Bechis, deputata di Alternativa Libera.

«Continua a crescere il dislivello tra copertura e richiesta. Lo Stato non garantisce un’adeguata copertura sia economica che logistica per i piccoli italiani, di conseguenza sempre più famiglie non riescono a garantire ai propri figli un’adeguata assistenza durante i primi anni di vita, affidandosi a caregivers informali.

Il Monitoraggio Straordinario Piano Nidi (aggiornato a fine 2014) dimostra infatti che il tasso di copertura della domanda potenziale dei nidi è solo del 21,8%, situazione ancora peggiore si registra nel Sud, dove la percentuale sfiora l’11%.

Questo quadro negativo per lo sviluppo psicosociale dei bambini pone un freno purtroppo anche alla parità di genere. È inutile dire che la mancanza di servizi per l’infanzia obbliga molte neomamme a lasciare il lavoro o addirittura gli impone di non cercarlo.

Appoggio in pieno la richiesta del sindacato, il quale ritiene urgente l’emanazione del tanto sbandierato decreto inter-istituzionale che dovrebbe consentire alla contrattazione collettiva di accedere al Fondo triennale 2016-2018.

Renzi faccia più il Presidente del Consiglio e meno il segretario di partito. Ci sono famiglie che hanno bisogni molto più urgenti di un’analisi del voto.»

Lascia un commento